pane

La panzanella toscana

lunedì, luglio 02, 2012

Uno dei piatti estivi per eccellenza della mia famiglia è la panzanella.
Piatto povero della tradizione toscana (so che è diffuso anche nel Lazio e nel resto dell'Italia centrale) "inventato" per dare una nuova vita al pane, ormai duro ed immangiabile.
Breve premessa: dovete sapere che il pane, "a quei tempi", si faceva una volta a settimana e lo mantenevano fresco nelle madie, coperto con un panno umido, fino all'infornata successiva.
Ma d'estate fa caldo e con l'umidità la muffa trova terreno fertile nel pane... quindi, urgeva un modo per "farlo fuori" ma senza buttarlo via ("perchè è peccato", eh, lo diceva anche mia nonna), la soluzione è questo piatto che ci rinfresca dalla calura estiva, ci evita di stare ai fornelli e ci fa risparmiare, senza contare che è bellissimo da vedere così colorato :)
Ah, il giorno dopo è ancora più gustoso! Perchè i sapori si amalgamano meglio, il pane raccoglie il sugo rilasciato dai pomodori... e insomma fatela avazare per provare! ;)

Ingredienti:
Pane raffermo senza sale (il toscano è consigliato)
Acqua
Cipolla di tropea
Pomodori
Basilico
Olio
Poco aceto
Sale

L'ingrediente in più:
Cetrioli - facoltativi


Prendete il pane tagliatelo a grossi pezzi o fette spesse e mettetelo in una zuppiera capiente. Versateci dell'acqua fino a coprirlo e lasciatelo in ammollo per una ventina di minuti (controllate che non si ammolli troppo, non deve "spappolarsi").
Preparate un'altra zuppiera (che sarà quella "definitiva") in cui metterete il pane ben strizzato e fatto a pezzetti più o meno grossi.
Tagliate la cipolla a fettine e il pomodoro a pezzetti non troppo piccoli e versate il tutto nella ciotola con il pane.
Aggiungete il basilico e condite con sale, olio e  un po' di aceto.
Nelle foto vedete anche i cetrioli, sono un'aggiunta che si fa nella zona del fiorentino, io di solito non li metto (in realtà, non li metto da nessuna parte, perchè non mi piacciono!), ma questi sono presi dall'orto dei miei e sono piccoli e dolci... e buoni! :)

So di altre versioni in cui si aggiunge anche il sedano, e di altre sedicenti panzenelle con formaggi, olive e chissà cos'altro... ma per me la panzanella Vera è quella fatta con pomodori, cipolla e basilico, olio extravergine di oliva, aceto e sale.


Ti potrebbero interessare anche queste ricette

4 commenti

  1. la adoro..complimenti, bellissima presentazione!

    RispondiElimina
  2. Anche dalle mie parti (abruzzo) la panzanella è moooolto apprezzata *_* poi è buonissima, merita davvero!!

    Un bacio

    RispondiElimina
  3. Grazie ^_^

    Sì, sono quelle ricette di casa, semplici, senza tanti "fronzoli" che adoro.
    Certo poi esiste anche la "panzanella destrutturata"... ma non fa proprio per me!! :D

    RispondiElimina
  4. Ciao! grazie di essere passata da me! Ho visto che sei toscana, io sono nata a Firenze e sapevo che avrei trovato una panzanella nel tuo blog! mi sono unita ai tuoi lettori e la penso esattamente come te: la panzanella vera è proprio quella che hai fatto tu (ed io!)a presto

    RispondiElimina

Blog Archive

Apparsa su