dolci toscani

La (mia) Schiacciata con l'uva

venerdì, ottobre 12, 2018


Autunno, tempo di vendemmia e tempo di schiacciata con l'uva.
La schiacciata con l'uva, ricetta della tradizione "povera" Toscana, è una focaccia dolce preparata con la pasta di pane e uva canaiola (in mancanza di questa varietà, si è soliti sostituirla con la più profumata uva fragola, come ho fatto io).
Quest'anno non sono potuta andare a fare la vendemmia in Valdichiana, così ho portato un po' di sapori e tradizioni della mia campagna Toscana.
Mi sono tenuta alla ricetta classica ma ho modificato (di molto) la quantità di zucchero, l'uva è già dolcissima di suo, poi, con la cottura il succo si caramella, diventando dolce e croccante; davvero non c'è bisogno di altro.



Ingredienti:
(Le dosi sono, indicativamente,  per mezza teglia del forno, per farla intera, raddoppiate semplicemente le quantità)

200 g farina
8 g lievito di birra
Olio extravergine di oliva
100 ml circa di acqua
1 grappolo e mezzo di uva fragola
10 g di zucchero integrale di canna
Rosmarino, facoltativo




Procedimento:

Versate la farina a fontana su una spianatoia.
Sciogliete il lievito di birra in poca acqua, meglio se tiepida, versatela centro della farina con 2 cucchiai di olio di oliva.
Iniziate ad impastare con le mani, aggiungendo poca acqua per volta man mano che lavorate l'impasto, che deve risultare liscio e sodo.
Fatene una palla, mettetela in una ciotola unta di olio e lasciate lievitare per circa un'ora e mezzo.
Quando avrà raddoppiato di volume, riprendere la pasta, lavoratela ancora e rimettetela a lievitare per un'ora.
Trascorso il tempo, dividete l'impasto in due parti.
Stendete la prima parte sulla teglia unta (io la adagio sulla carta forno spennellata di olio), distribuite circa metà dell'uva schiacciandoli leggermente e cospargete con una piccola manciata di zucchero (circa 4-5 gr )
Sopra stendete la pasta rimasta, chiudendo bene i bordi.
Disponete il resto dell'uva, premendo i chicchi nell'impasto, spolverate ancora con zucchero rimasto, qualche manciata di rosmarino e  un filo d'olio.
Lasciate lievitare un'ultima volta per un'ora, dopodiché infornate a 200° per circa 40 min.
Sfornatela quando sarà ben dorata.








Ti potrebbero interessare anche queste ricette

2 commenti

Blog Archive

Apparsa su